Monterosso Val D’Arda


cover monterosso

Monterosso Val D’Arda

 

Tipologia: Frizzante Abboccato Colli Piacentini Monterosso Val D’Arda DOC
Uve: Malvasia aromatica di candia 35%, Marsanne 32%, Trebbiano romagnolo 12%, Moscato 12% e Ortrugo 9%.
Gradazione: 11% Vol

 

 

Descrizione


Descrizione: La spuma vivace e peristente incornicia un colore giallo paglierino dorato; al naso presenta note floreali e sentori di frutta a polpa gialla. Al palato é fresco, fruttato e leggermente abboccato.

 

Quale occasione: Per un aperitivo differente fra amici, mette d’accordo sia il gusto maschile che quello femminile. Ottimo compagno di grigliate all’aperto e pranzi spensierati.
 
Abbinamenti: Estremamente versatile, può accompagnare tanto minestre leggere, quanto salumi e grigliate a base di carne o di pesce ma anche dessert a base di frutta e paste secche.

 

Scheda Tecnica


Tipo: Frizzante Abboccato Colli Piacentini Monterosso Val D’Arda DOC
Gradazione: 11% Vol

 
Uve: Malvasia aromatica di candia 35%, Marsanne 32%, Trebbiano romagnolo 12%, Moscato 12% e Ortrugo 9%.
 
Vigneto: Allevamento guyot modificato piacentino; potatura medio-lunga; Densità d’impianto 3500 ceppi/Ha; Produzione 100 q.li/Ha; Terreno fortemente argilloso (la caratteristica terra rossa conferisce il nome al vino).

 

Vinificazione: Le uve vengono raccolte in funzione dei loro rispettivi gradi di maturazione ideali e pressate insieme in modo soffice. Il mosto ottenuto rimane a contatto con le bucce per 48 ore e la fermentazione si protrae per circa 15 giorni. Il mosto-vino ottenuto viene convogliato in autoclave per affrontare la rifermentazione. Al termine della stessa il prodotto raggiunge una pressione di circa 2,5 atm (atmosfere), parametro ideale per esaltare la tipicità di questo prodotto di spicco della Val d’Arda.

 

Descrizione
Colore: Giallo paglierino dorato con spuma vivace e persistente;
Profumo: delicato e fresco, il bouquet é connotato tanto da sentori floreali, riconducibili a fresia, acacia e margherita, quanto da note fruttate assimilabili ai frutti gialli e tropicali.
Sapore: amabile, vivace, fresco e leggermente aromatico;
 
Abbinamenti: Con il suo gusto amabile accompagna egregiamente tutto il pasto ma i piatti che ne esaltano i sentori sono soprattutto dolci quali la tipica “sbrisolona”di Castell’Arquato o, per coloro che amano bere vino bianco con i salumi, la culaccia piacentina.

 
Come servire: si consigliano calici a tulipano leggermente svasati alla sommità. La temperatura di servizio ideale è di 10°-12°C.

 


Etichetta Premi Download